Fuga sciolta di sesto tipo
Imitare il tenor e creare un soggetto secondario

 
Sempre che si possa, ovvero quando non vi sia una obbligazione cui obbedire, il contrappuntista deve prendersi l'incarico di imitare il canto fermo.
Così facendo egli si mostrerà ancor più valente se, oltre ad imitare il canto fermo, cominci un'altra fuga con un'altra voce.
Questa doppia fuga dovrà essere condotta con garbo e maniera e si faranno sentire ora l'uno, ora l'altro soggetto.
(P.Martini)

Alcune note a questo sesto tipo di fuga sciolta sopra basso continuo.
  1. Il soggetto che imita il Tenor (ovvero il Basso continuo è sottolineato in rosso)
  2. Il soggetto secondario che si alterna alla imitazione del continuo, è sottolòineato in blu.
  3. Per la prima volta, nella sequenza di questo programma, il Continuo (della Passacaglia), necessita di qualche variante figurata, al fine di recuperare la corretta identificazione della identità armonica originaria del brano.
Audio della Ciaccona (B.C. non figurato)