Studio contrappuntistico sopra la Ciaccona e sulla sua versione in terza minore detta Passacaglia

******* Capitolo 2 *******
(Contrappunti a 2 voci sopra gli obblughi)

Gli obblighi sono tra gli esercizi maggiormente utili ed educativi, patrimonio della didattica musicale professionale dal rinascimento al berocco, infatti, essi incidono sostanzialmente su due fronti principali: 1) rendere capace, lo studente, di saper realizzare le idee che gli vengono proposte.
2) Arricchirlo dell'utilizzo della frasi più tipiche e comuni, rappresentate dalle figure ritmici e melodiche più apprezzate del tempo.

Gli obblighi rendono anche giustificabili alcune licenze, quali la risoluzione di alcune dissonanze, non semplicemente scendendo di grado, ma anche cadendo su consonanze utili e frequentabili in ambito  dell'obbligo stesso, soprattutto in osservanza alla numerica del basso continuo.. (vedi riga 4, battuta 28)
Si rende accettabile interrompere l'obbligo alla fine dei versetti (quando il basso ha una serie di frasi simmetriche).
La fedeltà armonica richiesta dal continuo deve essere rispettata, ma alcune piccole varianti, causate soprattutto dalle caratteristiche rigide degli obblighi, sono accettabili e fisiologiche, anche se sarebbe sempre opportuno segnalarle.
Essendo questi contrappunti di utilizzo prettamente strumentale, la cantabilità [facile] di tipo vocale, può essere messa cautamente da parte, si consentono salti di 2°eccedente, quinta falsa, e settima e loro replicate.
Volendo fare contrappunti specificamente vocali, o, addirittura, con testo, si faccia maggiore attenzione alla loro reale cantabilità.


1-Contrappunto primo “Alla zoppa"
(semiminima-mimima-semiminima contro una semibreve).
Regole:
* Evitare di
    * Cadere in ottava o unisono sulla minima.
    * Ripetere la stessa nota in posizione adiacente.
    * Collocare la minima in dissonanza.
    * Unisono o ottava sulla prima semiminima, se non si va a cadenza.
* Consigliato
    * Fare tre consonanze e dissonanze diverse su ogni battuta. (tra quelle indicate dal BC)
    * L’ultima semiminima non deve saltare per moto retto con il tenor salta nella stessa direzione.
    * La prima nota della battuta deve arrivare dal moto contrario al movimento del Tenor.
    * Se la prima nota della battuta sarà presa per moto retto col Tenor, seguirà la regola della prima consonanza maggiore se salgono ambedue le parti e minore se scendono ambedue.
* Tollerato
    * Solo l'ultima semiminima può essere una dissonanza di passaggio
    * fare una Ottava o unisono sulla prima semiminima se viene da cadenza.
    * Salto di ottava o di sesta minore sulla minima
    * Prendere sesta maggiore come prima consonanza della battuta.
    * Ribattere la stessa nota tra la terza di una battuta e la prima nota della battuta seguente.


2-Contrappunto secondo "Alla dritta" ovvero per grado congiunto.
Regole:
* Evitare di 
    * fare qualsiasi salto.
    * Usare legature di semibreve in levare di mano o minima col punto
* Tollerato:
    * Le semiminime si possono usare come nota di volta superiore o inferiore, sia di consonanze che dissonanze
    * SI possono fare ritardi di 4 che va alla terza
    * Fare legatura preparata da una semiminima
    * Fare qualche salto di ottava

3-Contrappunto terzo “Per Salto”
Regole:
* Usare prevalentemente valori di minima (con o senza punto) e di semiminima,
* le voci possono solo saltare quindi fare solo consonanze ad eccezione delle minime col punto che risolveranno la 7° scappando alla terza e saltando alla sesta.
* Sono ammessi alcuni salti di ottava.
* La battuta deve contenere varie consonanze e non sta bene fermarsi sopra un unisono o ottava in battere.

4-Contrappunto quarto “Alla Minima col punto”
Regole:
* Usare solo minime col punto, si facciano legature in consonanza e in dissonanza, evitare la minima in ottava a capo battuta.
* Si possono ripetere due o più note uguali, sempre che cambi il Tenor.
* Si concede la dissonanza di quarta che va alla terza
* Si concede un brevissimo incrocio tra le parti.
* Si facciano legature in consonanza e in dissonanza,
* Evitare la minima in ottava, sia a capo battuta (se non è termine di cadenza) sia nel secondo quarto .

5-Obbligo quinto di “Semiminime puntate con la Croma”
Regole:
* Le crome possono essere dissonanti solo se procedono per grado congiunto, se saltano potranno essere solo consonanti.
* Le Semiminime col punto, non potranno, in alcuna occasione, essere cattive, a meno ché non sia richiesto dalla cifratura del BC (es. Riga 5 batt.9).
* Si potrà ripetere la ultima croma della battuta, se il tenor cambierà

Audio dei 5 Contrappunti riportati nella partitura sottostante:
1

2

3

4

5